HomeSocietàFamigliaSe Babbo Natale soffrisse di demenza

Se Babbo Natale soffrisse di demenza

Un video che viene dall’Alzheimer’s Research UK racconta cosa succederebbe se Babbo Natale, a causa della demenza, non recapitasse piú i regali.

Con questo breve spot Alzheimer’s Research UK attira l’attenzione sui sintomi e l’isolamento sociale che accompagnano l’Alzheimer, cercando di fare passare il messaggio che la demenza può colpire chiunque, anche Babbo Natale…

Nella storia arriva un momento in cui Babbo Natale si ammala e inizia a confondere i nomi dei bambini, i doni. Sembra triste, assente, impaurito.

Anno dopo anno, le cose vanno peggio, quindi smette di fare visita ai bambini. Quindi interviene Freya, giovane ragazza e personaggio centrale del video, che conoscendo la condizione di Babbo Natale si reca al Polo Nord per offrire il proprio sostegno.

Freya richiama gli elfi come ricercatori, spiegando con convinzione che “Se Babbo Natale ha una malattia, la ricerca può trovare un modo per risolvere il problema”.

Attraverso la rappresentazione di Freya e degli elfi di Babbo Natale, l’Alzheimer Research UK evidenzia come solo con nuovi approcci e idee innovative, le malattie come la demenza possono essere sconfitte.

Diamo un futuro alla ricerca!

Articoli di

La passione e l’attenzione verso tematiche relative al cervello, al comportamento e alle emozioni hanno sempre guidato le scelte formative e professionali di Elisabetta Grippa. "Ogni esperto dovrebbe creare un dialogo continuo e constante non solo tra colleghi, ma anche con il pubblico generale, al fine di diffondere conoscenze utili per tutti". L’esperto, secondo Elisabetta, dovrebbe svolgere una sorta di mediazione culturale fra il mondo scientifico e quello della gente comune. Tra i suoi interessi vi sono la lettura e i viaggi.